RAINBOW

Straight Between the Eyes

1982 - Polydor Records

A CURA DI
PAOLO VALHALLA RIBALDINI
14/03/2011
TEMPO DI LETTURA:
7,5

Recensione

"Straight Between the Eyes" è il secondo disco della Turner-era nei RAINBOW, ed insieme al debut "Ritchie Blackmore's Rainbow" di 7 anni prima, è il miglior risultato nella classifica USA per la band (30° posto), mentre raggiunge la 5° piazza nella chart UK, conquistando il disco d'argento. Al posto di Don Airey, viene integrato dietro alle tastiere il ventenne di talento David Rosenthal (allievo del prestigioso Berklee College of Music), che svolge un lavoro eccellente anche ai sintetizzatori. Rispetto agli album precedenti, questo non rappresenta alcuna rivoluzione, anzi: il sound cercato da Blackmore e Glover, che strizza l'occhio alle emittenti americane, diventa ancora più AOR, confermando la tendenza "commerciale" pur mantendendo uno standard qualitativamente elevato, forse non al livello di "Difficult to Cure", ma lo stesso proponendo un album godibile e sempre segnato dal chitarrismo immortale di Ritchie, soprattutto nelle tracce "Stone Cold" e "Tearin' Out My Heart", che rispetto al disco precedente aumentano la carica cupa e chiaramente ottantiana delle composizioni blackmoriane. Un pezzo come "Power" ha tutte le carte in regola per diventare una hit da classifica, e "Stone Cold" è forse una delle ballate più apprezzate nella storia dei RAINBOW, contando anche che tre componenti della band (Turner, Rondinelli e Rosenthal) sono statunitensi, mentre solo Blackmore e Glover provengono dal Regno Unito. "Straight Between the Eyes" è l'album che la parte inglese dei fan della band ricorda oggi come il peggiore della loro carriera (anche alla luce del fatto che non c'è un pezzo strumentale che esalti il lirismo e la suggestività del talento di Blackmore), mentre lo stesso chitarrista lo ricorda come uno degli album migliori, probabilmente non tanto per il suo contenuto musicale quanto per il clima di serenità ed amicizia creatosi durante la lavorazione al disco, una benedizione sconosciuta a Blackmore e soci in occasione delle fatiche precedenti. Sentiamoci "Stone Cold".


1) Death Alley Driver
2) Stone Cold
3) Bring on the Night
(Dream Chaser)
4) Tite Squeeze
5) Tearin' Out My Heart
6) Power
7) MISS Mistreated
8) Rock Fever
9) Eyes of Fire

correlati