EXHORDER

Slaughter In The Vatican (Demo)

1988 - Self

A CURA DI
FURYSANGED
03/08/2011
TEMPO DI LETTURA:
10

Recensione

Ci ritroviamo alle prese con la demo del cd "Slaughter In The Vatican", praticamente la demo-tape del cd di debutto degli Exhorder, sono state lavorate e scartate tracce rispetto a "Get Rude" e sono state riadattate a nuovi sound e alcune conservate per il secondo album, come la traccia "Bestial Noise", futura "Incontinence". La demo-tape, rispetto a "Get Rude", ha delle sonorità più fluide e lineari, più chiare e accorte, in più la cosa che differisce è l'aggiunta al cd di debutto la traccia "The Tragic Period" al posto della traccia "Outro" che, appunto, è un outro che è stato posto all'ottava traccia dell'album, ossia, in "Slaughter In The Vatican" appunto la title-track.

La demo presenta sonorità sporche, ma la cosa è molto "casereccia", con una buona ambientazione e una buona microfonazione della batteria e del resto in generale, la voce di Kyle già si distingueva a questi tempi con tracce del calibro come "Exhorder" e "Homicide". La demo tape, proprio come il cd venuto dopo, presentava un feeling continuo e imperterrito di frustate Thrash Metal da spavento e hanno fatto oltre il lavoro di una comune band, tale da rendere il loro stile unico ed inimitabile. Il cd ha raggiunto un discreto successo dopo con la produzione di queste tracce ai Morrisound Studios di Tampa (Florida), sottovalutato questo è sicuro, ma pur sempre un classico degli annali del Thrash Metal, come molte altre promettenti band, gli Exhorder si sono agguantati il premio di essere citati sempre tra le band puriste ed immortali del Thrash Metal e soprattutto per la creazione come potrete ascoltare in seguito, di un nuovo genere oppure per essere stati tra gli iniziatori del Post-Thrash,o comunemente conosciuto come "Groove Metal".



 


1) Death In Vain
2) Homicide
3) Desecreator
4) Exhorder
5) The Tragic Period
6) Legions Of Death
7) Anal Lust                       
8) Slaughter In The Vatican          

correlati