DRAGONIA

Blood,Will and Soul

2009 - Unsigned/independent

A CURA DI
ROBERTA D'ORSI
16/06/2011
TEMPO DI LETTURA:
8

Recensione

Non sono mai stata una ferrea campanilista,poche cose mi rendono orgogliosa di essere Italiana ed una di queste è sicuramente la musica,ovviamente la "mia" musica,ci tengo a sottolineare l'ambito metal anche se non dovrebbe essercene bisogno. Il nostro paese fortunatamente gode anche di bellezze paesaggistiche mozzafiato,oltre che della buona cucina,una delle regioni che sposa appieno queste caratteristiche è la Toscana;io sono pugliese ed ho avuto la fortuna di visitare la patria di Dante quando andai in gita con la scuola all'ultimo anno delle superiori,furono 5 giorni stupendi che non dimenticherò mai e che hanno impresso nel mio cuore,il ricordo di una terra dagli evocativi paesaggi bucolici e dall'architettura intrisa d'arte in ogni dove. Questa regione che ritengo tra le più interessanti a livello artistico in Italia,dà i natali ad un gruppo che ho scoperto da pochissimo,anche perchè la band in questione è di recente formazione ed ha al suo attivo un solo album,sto parlando dei Dragonia. Nel 2003 il cantante Massimo Menichetti dopo lo scioglimento della sua precedente band gli Evil Zone,fonda un nuovo progetto musicale nel quale lui è lead vocalist e chitarrista,Lorenzo Coppola è il tastierista,Filippo Ferrucci è il batterista e Marco Menichetti è bassista e voce growl,con questo assetto la band nel 2009 sforna il primo album intitolato Blood, Will and Soul;ma prima di arrivare a questo traguardo i Dragonia all'inizio della loro avventura hanno subìto cambiamenti nella line up,non riuscendo a trovare bassisti nel gruppo venne scelto Marco,fratello di Massimo che fin da piccolo era stato guidato sulla retta via del metal dal fratello maggiore ^^. Sembrerebbe essere tutto a posto ora e la band toscana registra il demo "Resurrection" al quale però sussegue l'abbandono da parte del tastierista,la marcia del gruppo subisce un notevole rallentamento ma i Dragonia non si arrendono,spendono tempo alla ricerca del nuovo tastierista e dopo mesi di provini ecco arrivare un amico di Filippo,Lorenzo Coppola che riempie quel vuoto riportando la luce all'interno della band. I Fiorentini sono davvero pronti questa volta e finalmente possono dare prova delle proprie capacità musicali,l'album che vado ad illustrarvi merita attenzione,personalmente mi ha coinvolta sin dal primo ascolto e spero vivamente che riesca a far appassionare molti altri all'universo epico dei Dragonia. L'album Blood,Will and Soul apre con l'opener "My Blood" traccia nella quale si respirano da subito l'energia dei quattro musicisti in cui hanno davvero dato "anima e sangue",partono grintosi ed il tappeto musicale ben amalgamato è la perfetta cornice alla voce di Massimo,una lama affilata che taglia l'atmosfera resa epica da un coro di evocative voci,8 minuti in cui gli strumenti evolvono ritmicamente ed un growl ombroso affianca il clean vocal di Massimo. Il secondo brano "Gods Wish You To Die" ha un'oscura cavalcata growl iniziale,il ritmo serrato è reso ancora più fitto dalla copiosa batteria,il suono della tastiera prende una piega dal sapore prog e si presta ad esaltare le evoluzioni alle corde.

"Days of Sorrow" parte speed ed irruente,i riff di chitarra sono da brividi e si inframezzano con la voce heavy di Massimo ed il growl di Marco,potenza pura!!! Quarta traccia "Rise Far Away" il rumore di un temporale e lo scrosciare della pioggia sono il preludio a malinconiche note di pianoforte,la voce del vocalist è inizialmente melliflua e sospirata per poi schiarirsi nella sua timbrica piena e pulita,un momento melodico intriso di pathos che mi lascia sorpresa improvvisamente quando dopo 1 minuto e 28 circa,un cavernoso growl lacera la melodia incalzando in un incremento ritmico. L'andamento del pezzo è sempre armonico ed i cori donano sensazioni evocative,che dire poi di una chitarra che armonizza compiendo capriole stilistiche da capogiro!!! "Crying Hero (Winds of Madness)" è una canzone nel senso heavy metal più puro del termine,potente e tirata,non ci sono fronzoli o orpelli vari,solo il coro di una massa di voci incitanti come fosse la folla in un'arena di gladiatori ed il cupo growl caratterizzano questo brano dalle forti componenti power. La successiva "Hate" ha un forte sapore prog e cavalca all'insegna di emotività death e momenti epici,questa track è una di quelle all'interno dell'album che meglio rappresenta le diversità di stili e le combo musicali delle quali sono capaci i Dragonia;componenti power sinfoniche death e prog condite da cori epicamente evocativi,mix a mio avviso shakerato ed amalgamato ottimamente.Il settimo pezzo "Dragonia" autocelebra il nome scelto per la loro band,intenso intro al pianoforte lacerato successivamente con impeto,una corsa inarrestabile che sopisce alcuni istanti in poche note dal richiamo acustico,ma è solo un'illusione..l'energia riprende inesorabile con Massimo che urla al cielo sorretto da quei cori a me ormai cari. Il martellante blast beat ci introduce all'ottava traccia "Forever Night" carica di adrenalina,il basso ed il growl,le tastiere e la chitarra,lottano tra loro per primeggiare e ci riescono,ma poi gettano l'ascia di guerra e si alleano in una squadra ritmicamente eterogenea e trionfante. Penultima canzone "Ti Ucciderò" unica traccia all'interno dell'album cantata in Italiano,pochi ascolti ed ho impresso le parole nella mia mente,bellissima!!! Le doti canore di Massimo e la sua timbrica le ho conosciute con questo pezzo ed è cominciato così il mio amore per la sua voce e per il resto della band. Questa è un'altra traccia puramente metal,tirata e aggressiva,potente ma emotiva allo stesso tempo,le sonorità cupe in sottofondo sono percepibili così come i cori,il marcato suono delle pelli sottolinea le parole di vendetta citate nel testo "Si scuote il cielo è tempo di uccidere,violenta e atroce la mia vendetta,spazzerò via anche il ricordo,nel vento io grido,tutto l'odio che ho dentro,scriverò qui il destino che,ruberà il tuo respiro,fuggire non ti servirà,ruberò il tuo respiro...TI UCCIDEROOOOO'" da cantare a squarciagola per sfogare tutta la rabbia che si ha in corpo,perfetta direi!!! La conclusiva "Rainbow of Feelings" termina il disco facendoci immergere nella pura melodia,un vero e proprio "arcobaleno di sentimenti" come descrive il titolo,il tappeto musicale sul quale si erge la voce di Massimo è un'apoteosi epica dai forti richiami acustici,impreziositi da cori e da vocalizzi appassionati e coinvolgenti,un vero gioiellino di metallo melodico. Come avrete intuito dalla mia descrizione sul lavoro dei Dragonia,gli stili musicali sono molteplici e catalogarli in un unico genere sarebbe,non solo riduttivo,ma non appropriato poichè ciò che si respira nelle tracks è un bouquet fiorito ed intenso le cui sfaccettature sono epic,death,power e più puramente heavy..ascoltate l'album con il cuore ed alla fine a tutto penserete fuorchè ad etichettare questa band. Il disco termina..ma lo faccio ripartire e mi immergo nuovamente in un universo dalle atmosfere talvolta apocalittiche talvolta evocative,richiami battaglieri e aloni di utopica speranza,oscure ombre aleggiano minacciose,come una spada di Damocle sospesa su un'aria malinconicamente armoniosa. Sono stata piacevolmente colpita dai Dragonia e dalla loro musicalità composita ed articolata,consiglio caldamente l'ascolto di questo debut album ed auguro di cuore  ai nostri "bischeri" Risata Toscani di raggiungere il successo che meritano.(Roberta "DarkMoon" D'Orsi) 

Questo è il link dal quale potrete scaricare gratuitamente il disco dei Dragonia http://www.dragonia.org/Testing_good/Download_BWS.html !!!


1) My Blood   
2) Gods Wish You to Die     
3) Days of Sorrow
4) Rise Far Away
5) Crying Hero (Winds of Madness)
6) Hate
7) Dragonia
8) Forever Night
9) Ti Ucciderò   
Rainbow of Feeling