Stefano "Icy Warrior" Galeano (Icy Steel)

A CURA DI R&MIMB

06/07/2011



R&MIMB: Nome di battesimo:
Stefano Galeano: Stefano Galeano

R&MIMB: Nome d'arte:
Stefano Galeano: Stefano "Icy Warrior" Galeano

R&MIMB: Strumento suonato:
Stefano Galeano: Voce e chitarra

R&MIMB: Eventuali altri strumenti:
Stefano Galeano: .. possiamo dire che mi accingo anche a batteria basso e tastiera.. ma in maniera dilettantistica.

R&MIMB: Genere preferito:
Stefano Galeano: Heavy Metal

R&MIMB: Attuale band:
Stefano Galeano: Icy Steel

R&MIMB: Precedenti bands:
Stefano Galeano: ... io ho avuto moltissime band; siccome suono da quando avevo almeno 13 anni.. le più rilevanti ovviamente sono state quelle in età più adulta. Menzionerò quindi solo quelle degli ultimi 10 anni. Violence Call (come cantante), Havokry (Come chitarrista) e infine la band più importante in assoluto : gli ICY STEEL.

R&MIMB: Influenze musicali:
Stefano Galeano: .. questa domanda è sempre la più difficile. Le mie influenze musicali vanno dal blues, Hard Rock e tutto l' Heavy Metal degli anni '80, prendo quindi nell'ambito Rock gli anni '50, '60, 70' e in maniera più formativa gli anni '80. Nella mia formazione possiamo quindi trovare influenze come Led Zeppelin, Deep Purple, Rainbow, Judas Priest, Black Sabath, Iron Maiden, Manowar, ecc... Non tralasciamo anche il mio animo epico grazie all'ascolto di molta musica Celtica a partire da Loreena Mc Kennith fino ad arrivare ai Dubliners. Vorrei inoltre omaggiare la grande musica dei mai troppo omaggiati Bathory del periodo Epic-Viking che hanno davvero contribuito alla mia formazione per cosi dire "Epica".

R&MIMB: Ore dedicate attualmente alla preparazione vocale e allo studio dello strumento:
Stefano Galeano: ... Almeno un ora al giorno di "studio" o meglio dire applicazione allo strumento. Non si può comunicare attraverso l'arte se non si sa ciò che si fa... prima di ogni data qualchè oretta in più.

R&MIMB: Tecnica di canto preferita:
Stefano Galeano: ... Non c'è proprio uno stile di canto che preferisco.. adoro le voci piene e calde con un gran uso di una timbrica aggressiva, ma nel mio approccio tutto avviene in manierà istintiva e trascendentale. Adoro lasciarmi ipnotizzare dal sentimento. La tecnica poi arriva con il giusto approccio del momento.

R&MIMB: Marca del microfono utilizzato:
Stefano Galeano: In realtà utilizzo microfoni Samson che hanno un ottimo rapporto qualità prezzo e anche una buona brillantezza.. ma la mia preferita è e rimarrà la Shure.

R&MIMB: Microfono classico o cuffia microfono?
Stefano Galeano: Sempre e comunque Old School! ;) Classico.

R&MIMB: Quando canti dal vivo ami riprodurre alla precisione o preferisci metterci quel qualcosa in più di personale?
Stefano Galeano: E' essenziale secondo me dare quella marcia in più sui live. E' bello saper e poter prendere il sigolo ascoltatore con qualcosa di nuovo e magari inaspettato.. e poi ogni live è come se fosse una creatura a se e quindi ogni volta diverso.

R&MIMB: Quanto hai adoperato il falsetto per la voce?
Stefano Galeano: Il falsetto fu per me una scoperta che mi aprì un mondo del tutto nuovo. Imparato quello potevo "divertirmi" a sferragliare con la voce e magari anche a coverizzare molti pezzi dei Judas Priest .. Non lo utilizzo molto ma solo dove ci deve essere e quando la tensione del brano si fa altà la mia voce sale con essa.

R&MIMB: Effetti utilizzati sia per la voce che per la chitarra:
Stefano Galeano: Sia per la voce che per i soli di chitarra l'alchimia è la stessa: una spruzzata di riverbero e un pizzico di deelay.. alla fine sono due strumenti "cantanti" .. per la ritmica di chitarra il suono è privo di effetti per essere più serrato e per il pulito anche il riverbero e deelay. Importante un buon uso dei bassi nell'equalizzazione della voce. ;)

R&MIMB: Componi tu i testi delle canzoni o fate un lavoro di gruppo?
Stefano Galeano: I testi spesso riguardano me, ma il motivo è solo per il fatto che essendo io il cantante e dovendoli adattare spesso alle parti strumentali devo modellarli continuamente. Sia chiaro che la tematica viene scelta da tutta la band.

R&MIMB: Marca dello strumento utilizzato ed il perchè della scelta:
Stefano Galeano: io uso una chitarra Jackson modello Randy Roads per due motivi: per un buon rendimento che la Jackson ha sul rapporto qualità prezzo con un suono tagliente ma anche caldo quando serve, ho scelto la Randy Roads per la sua forma accattivante e in puro stile anni '80. Ambisco però a far nascere la "Icy Warrior" in buona e sana liuteria artigianale.. presto vedrete la creatura prendere vita. (sarebe bello essere sponsorizzato dalla ESP).

R&MIMB: Floyd Rose o non Floyd Rose?
Stefano Galeano: Assolutamente Floyd Rose.. il genere lo richiede in maniera indiscutibile!

R&MIMB: Valvolare o MOSFET:
Stefano Galeano: Per ora Mosfet .. i valvolari saranno magari un passo successivo.. ma gli Icy si trovano benone con ciò che hanno ora.

R&MIMB: Ami più la parte solistica o ritmica?
Stefano Galeano: Adoro entrambe queste fasi.. nel solo posso cantare senza aprire la bocca e nella ritmica picchio duro con un martello con le corde.. sono due modi diversi per raggiungere lo stesso obbiettivo.

R&MIMB: Quali esercizi di riscaldamento esegui prima della tua performance?
Stefano Galeano: .. per la parte vocale riscaldo la voce con dei piccoli vocalizzi sulle note piu basse che posso e con pochissimo volume.. per la chitarra un semplicissimo riscaldamento con delle semplicissime scale sulla tastiera.. tanto per riscaldare i tendini...

R&MIMB: Un artista del passato col quale fare una jam session o duetto:
Stefano Galeano: .. sapendo che fu anche un discreto compositore, con Leonardo Da Vinci alla chitarra e con Freddie Mercury alla voce. ;)

R&MIMB: Quale corso consiglieresti ad un allievo attualmente?
Stefano Galeano: Se ci fosse un corso dal nome "Spirito Guerriero" io consiglierei quello!.. l'arte è anima e non ci sono insegnanti migliori della sofferenza interiore, della dedizione alla causa e di se stessi. :)

R&MIMB: Cosa non dovrebbe mai fare un allievo, avvicinandosi allo studio?
Stefano Galeano: ... mai lasciarsi andare. Sempre darci dentro e mai e poi mai sentirsi arrivato. Non si è mai al massimo e mai lo si sarà.. l'arte non è una gara ma è coscienza dell'essere.

R&MIMB: Esercizi consigliati ai neofiti:
Stefano Galeano: ... penso che un buon approccio iniziale sia quello del sentire cio che si fa.. magari registrandosi in un registratore o ancor meglio in un video.. per poter autocriticarsi una volta essersi sentiti e visti.. Tanta e tanta applicazione.