Paolo Caridi (Killing Touch,Michele Luppi Band,Arthemis,Angels & Demons)

A CURA DI R&MIMB

21/03/2012



R&MIMB: Nome di battesimo:
Paolo Caridi: Paolo Caridi

R&MIMB: Nome d'arte:
Paolo Caridi: Paul - Dimitri - Paul Grinder - Polpo

R&MIMB: Strumento suonato:
Paolo Caridi: Batteria

R&MIMB: Eventuali altri strumenti:
Paolo Caridi: Pianoforte (anche se in modo decisamente secondario)

R&MIMB: Genere preferito:
Paolo Caridi: Hard-Rock, AOR, Fusion, Progressive Metal

R&MIMB: Attuale band:
Paolo Caridi: Killing Touch, Michele Luppi Band, Arthemis, Angels & Demons

R&MIMB: Precedenti bands:
Paolo Caridi: Trial by Fire, Seven Virtues

R&MIMB: Influenze musicali:
Paolo Caridi: Mike Portnoy, Deen Castronovo, Simon Phillips, Dave Weckl, Jeff Porcaro, Aquiles Priester, Neil Peart, Mike Terrana

R&MIMB: Marca dello strumento utilizzato ed il perchè della scelta:
Paolo Caridi: Sono endorser delle batterie Premier

R&MIMB: Ore dedicate attualmente allo studio dello strumento:
Paolo Caridi: Il più possibile tutti i giorni. E non sono mai abbastanza !

R&MIMB: Marca e tipo di bacchette preferita:
Paolo Caridi: Vater 5B

R&MIMB: Marca e tipo di pelli preferite:
Paolo Caridi: Remo Pinstripe - Evans EC2

R&MIMB: Marca e dimensioni dei piatti utilizzati:
Paolo Caridi: Sono endorser dei piatti Meinl. Le misure variano a seconda della band ma solitamente il mio set è composto da: n°2 Hi-Hat 14", Ride 20", Crash 17"-18"-19", China 20", Splash 6"-8"-10"

R&MIMB: Marca del o dei pedali utilizzati:
Paolo Caridi: Utilizzo il pedale Eliminator della Pearl

R&MIMB: Serie dei tom utilizzati:
Paolo Caridi: Il drumset varia a seconda della band e della situazione. Il kit completo è composto da: n°2 Casse 22x20", Rullante 14x5.5", Rullante 12x4", Toms e Timpani 8x7" - 10x8" - 12x9" - 14x14" - 16x16"

R&MIMB: Utilizzi il palchetto o le aste?
Paolo Caridi: Anche qui dipende sempre dalla band e quindi dal set-up che utilizzo. Durante il tour di "One of a Kind" con i Killing Touch ho sempre utilizzato il rack, data la comodità nel gestire le molte parti che componevano il set. Con la Michele Luppi Band e con gli Arthemis utilizzo le aste. Con gli Angels & Demons a volte rack e a volte aste.

R&MIMB: Utilizzi la doppia cassa?
Paolo Caridi: Ho la doppia cassa ma preferisco utilizzare una cassa singola soprattutto per comodità, dato che spesso nei locali non si ha la possibilità di utilizzarne due. Se invece ho la possibilità le uso entrambe, a maggior ragione in eventi di rilievo.

R&MIMB: Utilizzi un solo pedale o il doppio pedale?
Paolo Caridi: Doppio pedale

R&MIMB: Stile utilizzato (Open handed o Stile classico, usando il charleston con la destra):
Paolo Caridi: Principalmente suono con l'impostazione classica suonando l'Hi-Hat con la destra, anche se in alcune situazioni suono Open Handed.

R&MIMB: Utilizzi percussioni o preferisci pad elettronici ?
Paolo Caridi: Non ho mai avuto pad elettronici all'interno del set, ho sempre preferito avere percussioni. Mi piacerebbe però aggiungere qualche componente elettronica per una ricerca di suoni più particolare, in particolare con il trio Angels & Demons dove proponiamo una Power-Fusion molto sperimentale.

R&MIMB: Quali esercizi di riscaldamento esegui prima della tua performance ?
Paolo Caridi: Inizio col fare stretching per mani, braccia e gambe e cerco di sciogliere le articolazioni.
Per quanto riguarda le mani come riscaldamento eseguo i rudimenti più classici (single stroke, double stroke, paradiddle, etc.), per i piedi invece suonando in posizione heel-down eseguo principalmente figure di ottavi e sedicesimi combinandole tra loro.

R&MIMB: Quale corso consiglieresti ad un allievo attualmente ?
Paolo Caridi: Un corso ben strutturato a 360° sia a livello pratico che teorico, dove l'allievo abbia la possibilità di apprezzare tutti i principali stili per aumentare il proprio linguaggio e comprendere al meglio quale percorso seguire. In seguito un corso dove poter specializzarsi a pieno sul proprio genere e sulla strada che si intende percorrere. I corsi Modern Music Institute rispecchiano a pieno tali aspetti: http://www.modernmusicinstitute.com/

R&MIMB: Cosa non dovrebbe mai fare un allievo, avvicinandosi allo studio?
Paolo Caridi: Non bisogna saltare le tappe. Purtroppo molti cadono in questo errore perché non hanno pazienza e costanza nello studio. Ma non ci sono scorciatoie, l'unica via è lo studio e l'applicazione sullo strumento! La cosa più importante è sicuramente avere costanza, non demordere e puntare dritti all'obbiettivo. Studiare con metodologia ed essere seguiti sempre da un insegnante valido.

R&MIMB: Esercizi consigliati ai neofiti:
Paolo Caridi: La tecnica è fondamentale, ma rimane uno strumento per permetterci di eseguire ciò che vogliamo esprimere e tutto questo va sempre fatto musicalmente. Quindi oltre agli esercizi di pura tecnica, è importante suonare e studiare brani di grandi batteristi, ascoltare ed apprendere. Curare tantissimo il timing e le dinamiche.