Asgard

Versione Italiana

A CURA DI R&MIMB

17/10/2011

Dopo aver preso un sacco di mazzate a cavallo dei denti durante l'ascolto del debutto ("The Seal of Madness") uscito nell'aprile di quest'anno, la seconda mossa di quel volpone grigio che vi scrive è stata quella di andarli a vedere sul palco, dove il sudore caduto è sinonimo di grande grinta e dove la verità viene a galla. Violentato per bene durante il "Maelstrom Metal Fest" di Ferrara, nel cuore della loro città, da puro masochista ho ripetuto al Revolver Club di San Donà di Piave dove i nostri aprivano per i leggendari Raven. Il risultato finale di questi due Live come avete capito è stato esaltante, la band si muove a suo agio e rende da paura, amplificando tutta quella energia e potenza che il CD sprigiona e se proprio devo dare dei punti alle due esibizioni, la prima in quel di Ferrara ha avuto la meglio. La terza mossa è quella più facile da intuire... E' arrivato il momento di conoscere meglio questi cinque pazzi furiosi che con il loro Speed/Power Metal di chiara ispirazione ottantiana ha travolto questo povero vecchio!!!

R&MIMB: Ciao Reno... Iniziamo con una domanda classica, di quelle che ti fanno tutti e forse rompe un pochetto i coglioni ma è obbligatoria. Parlaci della storia degli Asgard.
Reno (Asgard): Ciao Maurizio! Non ti preoccupare, non rompe mai i coglioni rispondere alle domande sulla band! Dunque, gli Asgard nascono ufficialmente nell'estate del 2004 (o meglio, quello è il momento in cui sono entrato io nella formazione, anche se, con una line-up un pò differente che vedeva comunque inseriti i due Penoncinis e il buon Mace, la band esisteva già da qualche tempo). Il nome è stato quindi ingenuamente scelto quando ancora si era un gruppo di ragazzini, tutti quanti presissimi con l'Edda di Snorri, e cercavamo di fare quanto più chiasso riuscivamo all'interno di una città che, per quanto riguarda l'heavy metal, era deserta. Non esistevano band e complessivamente le persone che seguivano il genere non erano più di una decina. Con gli Asgard abbiamo iniziato molto presto a scrivere brani nostri, anche se ovviamente i primi show erano composti prevalentemente di cover. Nel 2005-2006 (non ricordo perfettamente!) il batterista che avevamo se ne è andato (dopo che, tra le altre cose, ne avevamo cambiati già un paio), ed è stato sostituito dal giovanissimo e talentuoso Giacomo Bazzani, che però abbandona il gruppo nel 2007, anno in cui entra in formazione, finalmente, quel sudatissimo uomo atavico di Rudy Mariani, con il quale registriamo alcune tracce demo e, nel 2011, "The Seal of Madness", il nostro primo full-lenght.

R&MIMB: Veniamo a questo fottuto disco spaccaossa,la copertina è stata concepita da quella mente malata di "Mace" XD, qualche aneddoto a Riguardo? E dimenticavo le lettere SM su quella che presumo sia la targa stanno per Seal Madness o altro?
Reno (Asgard): Esattamente. L'ideatore e il creatore dell'artwork è proprio Mace, che proprio per via di quella copertina ha ricevuto diversi elogi ma numerosissime minacce di morte e di espropriazione di beni immobili. E' accaduto più o meno così: un giorno, dopo le prove, si gira con aria indifferente verso di me e mi dice che, nonostante nessuno lo sappia, se la cava abbastanza bene nel disegnare fumetti e robe del genere. Eravamo abbastanza a corto di danari e così ci siamo fidati della sua sorprendente affermazione. Qualche settimana dopo ci ha portato la bozza in bianco e nero, la quale è diventata poi la copertina vera e propria, ed è stata colorata da un nostro amico grafico. Sì, esatto! Come hai fatto ad accorgertene?!? La macchina è targata SM, ma in una versione antecedente della copertina la targa era molto più pacchiana ed esplicita: una roba tipo HM ASG SM, ora non ricordo bene. Soltanto Mace può sapere questa informazione, ma credo che ora si stia ancora riparando in Nicaragua per via dei detrattori della copertina.

R&MIMB: Le Parti di batteria sono state registrate da Luca Magni. Perchè ?
Reno (Asgard): Le parti di batteria sono state registrate da Luca Magni (un nostro caro amico che lavora nello studio/sala prove che frequentiamo sempre qui a Ferrara) più che altro per una questione di comodità. Il resto del disco è stato registrato dal grandioso Simone Mularoni a San Marino, dove certamente registreremo anche il secondo full, se mai ci sarà. In questo caso, molto probabilmente registreremo là il disco al 100%.

R&MIMB: Sfogliando il booklet troviamo i consueti testi, una stupenda foto centrale (e non commento ulteriormente) e per finire i ringraziamenti. Posso dire con tutta tranquillità questa'ultima sezione si legge da schifo, cazzo ho perso un paio di gradi!!! Nonostante tutto ho notato il tuo amore per Jagermaister,Montenegro il Lambrusco e tutti i vini Neri in generale... Ma porca miseria sei una vera spugna ahahah E, dulcis in fundo, Dave Mustaine... Ma pensa un pò !!!
Reno (Asgard): Ahahah! Ti ringrazio per l'esserti risparmiato commenti sulla foto centrale del booklet! E' davvero terrificante! Per quanto riguarda le tue diottrie, ti capisco: purtroppo si è verificato un problema in fase di stampa, e come hai notato i ringraziamenti (così come parte dei testi e delle immagini nel retro del CD) sono poco chiare! Tutto sommato non è un problema grosso: vorrà dire che la prima stampa del disco diventerà CVLTO e i fortunati possessori di una copia della prima tiratura del disco potranno pagarsi il mutuo rivendendolo, in un futuro non troppo lontano. Per quanto riguarda i miei personali ringraziamenti, ci hai visto bene. Sono un fetish di Jager e Montenegro e ho un debole per il lambrusco! Spero tu mi capisca, data la tua mitica città di provenienza! (Capisco Capisco !!! N.d.r.)

R&MIMB: Un disco che dopo la prima tripletta ti porta quasi al collasso e che continua a farti male non cedendo di una virgola. Non voglio fare l'autopsia ad ogni singolo brano, i video a corredo di questa chiaccherata parleranno da soli, però due parole sul lavoro di Simone Mularoni le dobbiamo spendere, giusto ?
Reno (Asgard): D'obbligo! Simone Mularoni è semplicemente un mago della produzione, e il fatto che il disco sia stato registrato da lui ha influito moltissimo sulla resa finale del disco. E' un vero e proprio professionista, oltre che un genio della musica (e per me è pure superdotato, ma questo non posso saperlo). Una volta ha fermato Alby che stava registrando un pezzo, perché, senza nemmeno guardarlo, aveva capito che stava impugnando il plettro tenendolo storto di mezzo millimetro. Noi ovviamente siamo rimasti tutti travolti e gli abbiamo chiesto se aveva voglia di fare l'amore con noi, ma alla fine non si è combinato nulla.

R&MIMB: Hai riscontri sulle vendite ? E non solo per quanto riguarda la nostra Penisola.
Reno (Asgard): So qualche dato in linea di massima! Il disco fortunatamente sta vendendo bene e abbiamo praticamente finito la prima stampa, alla quale ne seguirà una seconda (che forse sarà impreziosita con un nuovo libretto e qualche traccia bonus). Anche dall'estero stanno acquistando numerose copie. So che dal Giappone arrivano numerose richieste a Giuliano (il boss della My Graveyard nonché mentore dell'heavy metal tricolore), così come da diverse parti del mondo. Quando qualche settimana fa siamo stati a suonare in Germania con i Vicious Rumors, abbiamo fatto sold-out di merchandise e molti tedeschi avevano già acquistato il disco non so dove! Quindi in linea di massima siamo molto contenti dei riscontri di vendita.

R&MIMB: Un debutto decisamente di alta qualità che fà ben sperare per il futuro. Avete già qualcosa in cantiere o per ora vi godete questo traguardo ?
Reno (Asgard): Abbiamo già qualche pezzo pronto e qualcun altro in via di lavorazione. La nostra speranza sarebbe di fare uscire un secondo disco entro il 2012, sempre che la Buon Costume (la quale ci sta cercando per via delle foto imbarazzanti, della copertina e per altri misfatti ancora) ce lo permetta.

R&MIMB: E che sudore sia!!! Qualche data dove andrete a tirar calci nei fondoschiena da anticipare ?
Reno (Asgard): Dunque, dopo la data con i Raven del sette ottobre ci aspetta il Made In Hell a Livorno, in compagnia di Sacred Steel, Etrusgrave, National Suicide ed Axevyper; il giorno dopo voleremo ad Atene per aprire il concerto dei Crimson Glory. Poi saremo ad Imperia a gennaio, e prima ancora faremo un paio di date qui a Ferrara. Comunque ci sono nuovi concerti in via di conferma! Tenetevi aggiornati via Facebook!

R&MIMB: Siamo arrivati alla fine ed è tempo di saluti a te l'onore Reno !!
Reno (Asgard): Grazie mille, buon Maurizio e grazie Rock & Metal in My Blood ! E' stato davvero un piacere! Spero di incontrarti presto, e quel giorno, finalmente, potremo prenderci una pitona molesta con del buon lambrusco di Modena. Prima di allora, ti ringrazio per l'opportunità e per quello che stai facendo per la scena heavy metal! L'underground ha bisogno di queste cose!!!