PER "SODOMIZER" ERIKSSON (Katatonia)

A CURA DI R&MIMB

08/12/2012

L'intervista con Per comincia con lui che si accende una sigaretta. Quindi la domanda sorge spontanea

R&MIMB: Pensi che sia una parte del processo, dell'essere musicista, fumare, bere, o roba del genere?
Per: Non totalmente, ma va abbastanza di pari passo col luogo in cui sei. Devi ammazzare un sacco di tempo, quindi è facile attaccarsi alle sigarette.

R&MIMB: O alla Bottiglia!
Per: O alla bottiglia... che è peggio, credo! Ad ogni modo non bevo più prima dei concerti ed ho smesso di bere dirante bevo solo dopo.

R&MIMB: Scelta saggia! Ma adesso parliamo di musica. Tu fai parte dei Bloodbath, giusto?
Per: Sì, suono la chitarra nei Bloodbath.

R&MIMB: Quindi, dato che un sacco di gente qui ama i Bloodbath, mi stavo chiedendo se aveste intenzione di portare in Italia anche questa band.
Per: Ci piacerebbe portare i Bloodbath ovunque, fondamentalmente... ma è così difficile, sai? Tre di noi sono nei Katatonia, e siamo sempre in tour! Due di noi sono negli Opeth (beh ora uno) ed è molto difficile per noi trovare il tempo di farlo. Non mi dispiacerebbe fare un tour od una cosa del genere, ma non credo che accadrà mai.

R&MIMB: Sì, effettivamente non è così semplice. Beh, oltre tutti i progetti di cui fate parte come band avete avuto una carriera di circa 21 anni. È difficile è difficile mantenere vivo lo spirito e l'entusiasmo che sentivate prima?
Per: Beh... non sono stato nella band per ventun'anni quindi non ne so molto...

R&MIMB: Ok, ma quel che voglio dire è che sei sempre un musicista, quindi...
Per: Sì, suono la chitarra da press' a poco 20 anni, ma credo che si vada incontro a tantissime cose che ispirano a fare ancora musica. Non è che ci si possa stancare di fare musica. Quindi non è che ci annoiamo o cose del genere... Cambiamo un po' le cose, conosciamo altre persone, altra gente, ed incontriamo fonti d'ispirazione tutto il tempo. Quindi più o meno è com'era all'inizio: non così eccitante ma comunque bello. Amo ancora farlo!

R&MIMB: Ed è abbastanza evidente in quel che scrivete. A proposito di ciò, vi è stato chiesto molto sul vostro ultimo album...
Per: Oh sì!

R&MIMB: C'è nulla che non avete detto a nessuno ma che vorresti la gente sapesse?
Per: Non direi... perché non è stato così diverso da una normale registrazione. Alcune cose non le avevamo mai fatte prima, ma non ci sono segreti...

R&MIMB: Niente pozioni strane o battaglie contro draghi?
Per: No, affatto.

R&MIMB: Oh ok! Ci rassegneremo alla cosa! Ora bada bene: non lo dico per offenderti ma per l'amore che provo per la verità te lo devo chiedere. Alcune persone considerano il vostro sound molto simile a quello degli Opeth (Credo sia abbastanza semplice fare un paragone) ma in modo più introspettivo. Lo trovi falso, un po' offensivo, o c'è davvero qualche legame fra di voi (oltre i Bloodbath intendo)?
Per: Siamo davvero buoni amici. Jonas, Mike ed Anders sono amici da quando erano ragazzini. Credo che le band abbiano camminato l'una vicino all'altra in questi anni. Siamo tutti buoni amici, usciamo insieme, e cose del genere.

R&MIMB: Pensi che sia questa cosa a riversarsi nella vostra musica ed a farvi avere un piccolo punto di contatto?
Per: Ma è davvero così simile? Soprattutto negli album più vecchi loro hanno canzoni più lunghe, più metal e roba più leggera. Capisco perché le persona vogliano comparare le due band ma non vedo tutta questa somiglianza.

R&MIMB: Non è colpa mia, l'ho letto su Wikipedia.
Per: Beh, le band sono sempre state paragonate l'una all'altra, perchè ci conosciamo tutti. Siamo cresciuti nella stessa città. Lo capisco.

R&MIMB:  Ad ogni modo, se c'è una cosa che voi e gli Opeth avete veramente in comune(e questa è una cosa che ho sempre pensato io stessa) è che molte delle vostre canzoni si prestano molto bene ad una versione con orchestra, se ci pensi bene.
Per: Sì, è vero.

R&MIMB: Avete mai pensato di fare una sorta di "S&M" ma Katatonia style?
Per: Il punto è che proprio adesso stiamo lavorando sul nostro prossimo album. Icredo che non sia ufficiale e non so se mi sia permesso parlarne, ma lo farò comuncque. Quindi stai per avere una notizia in anteprima.

R&MIMB: Oh fico!
Per: tiamo facendo una versione rivisitata del nostro ultimo album, togliendo la batteria, le chitarre distorte, aggiungendo più tastiere e varie cose per renderlo un album più "atmospheric" che sarà mixato il prossimo mese. Sarà una figata! Ma non so se avrei dovuto dirlo.

R&MIMB: Tranquillo, lo taglierò!
Per: No, non lo farai!

R&MIMB: Hai ragione. Anche se provi ad ammazzarmi non lo taglierò mai! (Risate) Ad ogni modo, andando dall'ultimo album ai primi, c'è qualcosa che vorrei chiederti.Dimmi se ne sai qualcosa. Ho appena scoperto che la rimasterizzazione di "Dance of December Souls" pubblicata nel 2004 ha un artwork diverso dall'originale. È stata solo una scelta stilistica oppure qualcosa di significativamente sostanziale? Intendo... c'è un significato in questa cosa?
Per: Non ne ho idea. Non lo sapevo nemmeno. Chi ha fatto la nuova copertina? È forse qualcosa che aveva a che fare col marketing?

R&MIMB: Ok, penso che taglierò questa invece.
Per: Ahahah ok!

R&MIMB: Tornando alla musica... come dicevamo prima la vostra è in grado di tramettere sentimenti molto profondi ed in un certo senso tristi. Come riuscite a riversare tutte le vostre esperienze e sensazioni nella musica che suonate e componete?
Per: Il punto è che viviamo in Svezia, che è un posto abbastanza freddo e con poca luce. Abbiamo un solo mese d'estate ed il resto è abbastanza deprimente, perciò credo che ci venga molto naturale. Credo che ci sia parecchia depressione e roba del genere in Svezia, ed è molto facile per noi scrivere queste cose. Non ci danniamo per mettere sentimenti di depressione nelle canzoni. Viene naturale. Siamo gente un po' depressa, credo. (Risate)

R&MIMB: Beh, è abbastanza comune in tutte le band scandinave, ma ho scoperto che le bad svedesi interiorizzano questi sentimenti molto di più di quelle norvegesi per esemio, che li lanciano nella musica, come dicevi tu prima, come nel black metal. Voi avete, se posso dirlo, un approccio più soft.
Per: Forse è perché noi non proviamo a forzarlo. Credo si questa la differenza, quando provi a forzare le cose, suonano un po' innaturali.

R&MIMB: Quindi mi stai dicendo che non fai finta di essere fico ma che lo sei davvero.
Per: Sì, ci provo!

R&MIMB: Qui in Italia, invece, siamo totalmente diversi. Dovresti saperne qualcosa perché la band nel 1994 ha firmato con la avantgarde music, un'etichetta italiana... hai mai notato qualche differenza sostanziale di trattamento fra le varie etichette od i vari management, o fra i paesi di appartenenza delle etichette con cui avete firmato?
Per: È praticamente sempre la stessa cosa. Sei sempre incastrato fra le cose. È sempre una battaglia fra quello che vuoi tut e quel che le case discografiche ed il management vorrebbero tu facessi, quindi quando firmi il tuo primo contratto discografico lì dentro c'è la tua anima.


R&MIMB: Te l'ho chiesto perché qui in Italia vogliamo sempre sentirci dire dalle band che siamo il popolo più caloroso del mondo, perciò...
Per: Non posso dirtelo, non abbiamo ancora suonato!

R&MIMB: Ok, ma vi dovete aspettare roba da pazzi. Sapranno tutti i tensti anche se non sanno l'inglese. Ma andiamo al punto: suonando tutti questi anni avete sperimentato diversi paesi. Quale di questi vi si adatta meglio sia come musicisti che come persone?
Per: Ogni paese è così diverso dall'altro. Abbiamo appena suonato in Polonia ed è stato pazzesco! Tutti sono andati fottutamente fuori di senno. Ero tipo: "Che cazzo sta succedendo?" Abbiamo suonato anche in Estonia, dove non suonavamo da circa sette anni, ed anche lì è stato pazzesco. La Finlandia è sempre stato il nostro paese numero uno, ma adesso vedo queste cose succedere ovunque, soprattutto da quando è uscito l'ultimo album. In Finlandia i nostri album vanno sempre bene, un sacco di persone vengono a vedere i nstri show... La Finlandia è sempre stata un buon posto per noi, ma sto comunque alla grande in molti altri paesi.

R&MIMB: Un'altra cosa che ho notato dei vostri album, soprattutto nei primi,è che alcune linee di basso sono parecchio vicine, parlando di atmosfere, a quelle di alcune band della darwave, come i Cure
Per: Oh sì, o i"Sisters Of Mercy"...

R&MIMB: Esattamente! Quindi c'è davvero un legame? Siete loro fan?
Per: Assolutamente! La roba vecchia naturalmente... Jonas and Anders ascoltano moltissimo i "The Fields Of Nephilim" ed altre band del genere quindi credo sia vero.

R&MIMB: Ovviamente non intendo dire che sono la stessa cosa. Non me ne ero nemmeno accorta ai primi ascolti, ma arriva bene all'orecchio dopo aver interiorizzato un po' i pezzi.
Per: Probabilmente è vero. È un po' subconscio, isi insinua leggermente. Non credo ci sia molta gente che ascolta i"The Sisters Of Mercy" oggi, sai? Non è che oggi li mettiamo intenzionalmente nei nostri album ma si fa abbastanza strada perché sono cose che ci piacevano.

R&MIMB: Il tour che state facendo adesso ha un ENORME serie di date! Come ci riuscite senza uscire pazzi? Cocaina?
Per: No, niente cocaina. Qui nessuno si droga. Beviamo e basta! Ma hai ragione, è molto difficile stare in tour per così tanto tempo. Quindi è molto importante tenersi vicini gli amici e non litigare per le cazzate. Ma non lo facciamo quasi mai, quindi... Ma è davvero un duro lavoro.Un tour di due mesi significa stare lontani da casa. Alcuni dei ragazzi hanno anche dei bambini a casa quindi è difficile. E siamo appena tornati dagli USA. Siamo stati a casa per tre settimane e poi siamo partiti di nuovo per venire in Europa. Il prossimo anno saremo ancora in tour. Quindi ci siamo abituati, ma di sicuro è un lavoro tosto!

R&MIMB: È proprio quello a cui pensavo. Intendo, quando si va in tour non si vedono mai facce amiche la fuori...
Per: Beh alle volte i nostri amici o le nostre fidanzate ci vengono a vedere. Abbiamo suonato a Stoccolma stavolta, e mia madre e mio padre sono venuti a vederci, ed è stato forte. E sono vecchi.

R&MIMB: Hahaha! Ascolta, parlando di attività frenetica, ho visto sulla vostra pagina ufficiale una quantità esagerata di post in bacheca: domande, messaggi, addirittura gente che posta foto di tatuaggi su di voi!
Per: Lo adoro! È divertentissimo sai? Ma c'è un altro lato in tutta questa storia di facebook e di internet... non abbiamo più delle vite private. È una rottura perché un sacco di gente sa cose di noi che non dovrebbe sapere. Va bene, non è che io abbia segreti, ma c'è gente che ha scoperto il mio numero di telefono!

R&MIMB: Possibile?
Per: Sì, possibile. Non ce l'ho messo su facebook il mio numero di telefono ma l'hanno trovato lo stesso. La gente sa dove vivo e la cosa mi dà i brividi. Non vivo a Stoccolma come il resto dei ragazzi, quindi sono un po' più al sicuro. Ma le persone che vivono a Stoccolma ci stanno tutto il tempo... non si sa mai, qualcuno potrebbe bussare alla tua porta e ammazzarti. Potresti venir violentato da qualche tizio.

R&MIMB: Dovrebbe essere spiacevole! Anche perché gli svedesi sono alti due metri e hanno le spalle larghe...
Per: Sì, come i vichinghi! È un po' uno stereotipo, non è così vero, ma non si sa mai.(Risate)

R&MIMB: Dall'altra parte credo che vi piaccia anche comunicare coi vostri fan.
Per: Certo! Poi si incontrano un sacco di persone in tour e ci si può tenere in contatto con loro.

R&MIMB: Bello! Beh, abbiamo quasi fatto. Ho solo un'ultima cosa da chiederti. Potresti lasciare un messaggio ai nostri lettori ed ai vostri fan italiani?
Per: Beh, l'ultima volta che abbiamo suonato qui è stato bellissimo e credo che anche stavolta lo sarà... perciò: vi vogliamo bene!



Sally Reynold