Peppone (Stige)

A CURA DI R&MIMB

07/09/2011

Occupandomi della scena metal italiana da un po' di tempo a questa parte,ho avuto la fortuna di scoprire bands davvero valide ed in alcuni casi la sorpresa è stata tale,da rendere il mio orgoglio ancora più forte. Se già il mio patriottismo musicale sia piuttosto marcato,in questo caso un vero e proprio campanilismo,sottolinea il supporto della sottoscritta per una band nata nella provincia di Taranto,città natale di Darkmoon,che con grande entusiasmo scrive degli Stige,death metal band pugliese,che rinforza il tacco musicale d'Italia. Nel 2001 il batterista Peppe Eramo in quel di Mottola,mette in piedi la band la quale nel corso degli anni subisce vari cambi di formazione,il nome scelto è quello del fiume comparso nell'Inferno di Dante,lo Stige. Un paio di demo nel 2002 e nel 2006 portano il gruppo di Peppone,così soprannominato il nostro drummer,a vari spettacoli live e nel 2009 gli Stige pubblicano il primo ep con una formazione,che pare sia in pianta stabile e composta da:Marko alla voce,GG e Marcello alle chitarre,Anto al basso e Peppone alle pelli. Il mini cd che contiene sei tracce è stato rilasciato indipendentemente,la proposta musicale è quella di un death metal di base,che nel caso dell'ep dal titolo "Christmorphosis" gode di venature piuttosto thrash. Ho avuto il piacere di conoscere Peppone e fargli qualche domanda,per comprendere meglio il mondo musicale degli Stige e lui molto gentilmente,si è messo a disposizione per rispondermi.

R&MIMB: Il genere che avete scelto è stato di gusto comune? Cioè il death piace a tutti i membri degli Stige?
Peppone (Stige): Parliamo sempre della formazione attuale? Io son l'unico membro dagli inizi

R&MIMB: Parliamo per quanto riguarda la scelta fatta per l'ep,così vi siete indirizzati verso un genere preciso..
Peppone (Stige): Bhè il death piace a tutti,ma non è il genere che viene prediletto da tutti..ah ah ah ora ti faccio uno schemino

R&MIMB: Ok..
Peppone (Stige): Io adoro il death metal ma non solo comunque,Marcello l'altro membro storico ama più il power metal però adora i Morbid Angel,Gigi e Marco amano più il thrash ma non disdegnano il death,Antonio ama il black ma non disdegna il death,vedi un po' come stiamo messi? :)

R&MIMB: Avete deciso di pubblicare questo ep "Christmorphosis" mettendovi alla prova e lo avete fatto in maniera indipendente,vero?
Peppone (Stige): L'abbiamo fatto per pura passione,come il prossimo mostriciattolo che nascerà,se piacciamo piacciamo,se non piacciamo pazienza,alla fine è naturale che ci sarà qualcuno che ci ama e qualcuno che ci odia e ahimè soprattutto chi ci invidia.

R&MIMB: Quindi è in cantiere la realizzazione di un full length?
Peppone (Stige): Dalla prossima settimana inizieremo le registrazioni per il nuovo album a 9 tracce e a breve sta per uscire uno split cd con altre tre band pugliesi.

R&MIMB: Si sa più o meno una data per l'uscita del vostro album?
Peppone (Stige): L 'obbiettivo se tutto andrà bene e farlo uscire entro gli inizi del nuovo anno,diciamo entro i primi tre mesi del 2012.

R&MIMB: Come genere manterrete quello dell'ep e cioè death metal con influenze thrash?
Peppone (Stige): Guarda la matrice death è maggiore,come genere a me piace definirlo nevrotic death metal,qualcosa di thrash c è,ma c è qualcosina anche di grind.

R&MIMB: Chi scrive i testi?
Peppone (Stige): Io

R&MIMB: Anche per l'album li hai scritti tu?
Peppone (Stige): Ne ho scritti 5 su 9,3 son stati scritti da Gigi ed uno da un poeta.

R&MIMB: Di cosa parlano i testi dell'ep "Christmorphosis"?
Peppone (Stige): Allora le tematiche son per la maggior parte sul sociale,Christmorphosis sulla religione,Reign of Yypocrisy sui cosiddetti potenti del cazzo del mondo,Unjust Life son stato ispirato da una tizia del mio paese che,purtroppo a causa di un incidente stradale vive da anni su una sedia a rotelle e quindi mi son immedesimato in quella situazione che vivono in tanti,State of Confusion parla di crisi esistenziali causate dalle troppe religioni che ci son in giro,poi Century's Illness parla della malattia più vasta del mondo ovvero della depressione,Stige parla in maniera fantasiosa del carissimo fiume e nonché foresta basata sulla fantasia di Dante,con pensieri ovviamente personali.

R&MIMB: La titletrack mi colpisce davvero per il titolo,mi puoi spiegare meglio?
Peppone (Stige): Allora Christmorphosis è nata dal pensiero di come ci hanno insegnato fin da piccoli a farci conoscere la figura del Cristo,questa figura a cui hanno dato un'impostazione di pace e amore,ci siamo fin qui?

R&MIMB: Si
Peppone (Stige): Ovviamente viene osannato dal mondo cattolico,ti faccio una domanda..

R&MIMB: Prego..
Peppone (Stige): Ma secondo te,tutto quel mondo di merda esegue a pennello la sua mente? Ciò che lui professava ?

R&MIMB: Assolutamente no..
Peppone (Stige): Perfetto,allora ho immaginato una sua eventuale ricomparsa sulla terra,però in un altra veste,cioè un Cristo violento,ma violento con chi? Diciamo una sorta di Cristo mefistofelico,che si scaglierebbe in maniera distruttiva contro tutti i suoi adepti,in primis col Vaticano ipocrita del cazzo pieno di oro e ricchezze varie nel suo interno.

R&MIMB: Quindi punirebbe chi non ha saputo professare in maniera corretta il suo credo,con la stessa cattiveria e violenza usata dall'essere umano..giusto?
Peppone (Stige): Esattamente,più o meno così,ma attenzione non vuol essere un inno alla sua figura,solamente far capire che siamo in mano a dei burattinai,ipocriti e approfittatori di un uomo di cui alla fine non si sa una beata minchia e per di più lo si osanna ma comportandosi al netto contrario.

R&MIMB: Bene Peppone ti ringrazio per la chiacchierata e spero di poter mettere presto le mani sul nuovo disco degli Stige :)
Peppone (Stige): Ok ok,grazie a te invece per l'interesse,ti aspetto a qualche nostro live.

Roberta D'Orsi